Il progetto scolastico

Introduzione Progetto Board Wargame School

Note Operative – L’allestimento dell’aula magna prevede schermo e videoproiettore per le diapositive e esposizione degli strumenti che verranno usati. Si consegneranno i moduli per l’iscrizione al corso e si ricorderà che eventuali altri interessati potranno unirsi fino alla fine di novembre. Tenere 10 minuti introduttivi per ribadire finalità e svolgimento. L’introduzione non dovrà essere eccessivamente lunga e il team di professori dovrà immediatamente sviluppare l’interesse in quello che i ragazzi stanno per fare. Useremo poche diapositive, creeremo anche l’atmosfera attraverso la proiezione di alcuni spezzoni di film bellici. Seguirà presentazione dei giochi che useremo e ulteriori sviluppi che il corso potrà avere. Daremo appuntamento ai ragazzi al martedì successivo nelle aule del plesso ovest (ala chimica).

Discorso Introduttivo – Invito tutti a focalizzare la propria attenzione sul termine Board Wargame, o meglio, sul termine War contenuto in questa frase. War=guerra. Termine negativo, che richiama violenza, dolore e morte. Nei prossimi mesi faremo tutto meno che esaltare la guerra che ha contraddistinto la storia dell’uomo e, vista la nostra indole, mai sparirà. E’ altrettanto innegabile che i conflitti della storia hanno contribuito alla crescita dell’uomo, sia tecnologica che sociale. Ecco la tecnologia, Durante gli scontri bellici l’uomo si ingegna per inventare nuovi mezzi che causino sempre più danni al nemico. Si pensi a Leonardo Da Vinci, si pensi all’impero che Roma fu in grado di costruire grazie a una politica fatta prima di tutto di guerra ed espansione, e serva ricordare Giulio Cesare. Non dimenticate Alessandro Magno e i suoi macedoni, o la grandezza che portò Napoleone in Francia durante i primi 15 anni del XIX secolo. Senza Hastings non avremmo avuto il Regno Unito e senza la sconfitta degli Ottomani a Vienna, ora probabilmente avremmo un’Europa orientalizzata. Il terribile D-Day del 6 giugno 1944 segnò l’inizio della fine del dominio nazista in Europa. I computer come li conosciamo oggi ebbero un deciso impulso durante gli anni della seconda guerra mondiale e sappiamo quanto oggi essi facciano parte del nostro quotidiano. Si potrebbero fare mille altri esempi di come le guerre hanno cambiato la storia del mondo, hanno cambiato le nostre stesse esistenze e il nostro modo di percepire la realtà. La guerra è parte della nostra storia, e va analizzata per non ripetere gli errori del passato, per capire determinati avvenimenti. Salta alla mente la famosa frase di Von Clausewitz, noto ufficiale prussiano che teorizzò sulla guerra dicendo: “La guerra non è altro che la continuazione della politica con altri mezzi. Dunque in questo corso imparerete prima di tutto alcune nozioni sui grandi scontri del passato, sui grandi condottieri e le loro gesta. Non ci sarà però una semplice trasmissione di informazioni. Se ci fate caso nel composto wargame trovate game, che ha tutta altra accezione rispetto alla War. Game, il gioco, giocare la storia. Ricreare virtualmente i campi di battaglia e rivivere quei giorni terribili in cui si decidevano le sorti delle nazioni. Leggiamo cronache di quella determinata battaglia sulla fredda pagina del libro, ma in realtà poi cosa successe veramente? Spesso non è dato saperlo, focalizziamo solo sull’esito e non entriamo nelle pieghe di quello scontro dove ci sono tante piccole cose che concorrono ad accrescere la consapevolezza di un evento storico. Giocare con la guerra significa vivere in prima persona la storia e allo stesso tempo approfondirla. Sarete proiettati sul campo di battaglia e sarete costretti a prendere delle decisioni che, fortunatamente, non porterano perdite umane, ma serviranno a sopraffare il vostro avversario o a dimostrare perchè certi avvenimenti hanno avuto un certo svoglimento. Ecco, a differenza del video game i Board Wargame stimolano e affinano le vostre capacità intellettive, vi inducono a ragionare e a prendere decisioni. Mentre in una qualsiasi partita di Call of Duty mettete alla prova la vostra velocità e risposta agli impulsi esterni, in un Board Wargame affinate la vostra mente, imparate a usare la testa per raggiungere un obiettivo. Due modi di giocare diverso, spesso complementari. Potete pensare al Board Wargame come a una disciplina in cui non si esalta la guerra, bensì un’attività dove si auspica la costruzione intellettiva della persona. Perchè Board? Board letteralmente significa tavola, piano su cui lavorare e operare. Appunto il wargame sarà condotto sul tavolo mediante una mappa su cui muovere i nostri eserciti. Certo, qualcuno potrebbe dire semplicisticamente che stiamo giocando ai soldatini, ma il soldatino o l’unità sono solo una piccola parte nel momento in cui ricrei l’evento e si cerca di capire. Il soldatino come strumento per entrare nella storia da protagonista. Perchè trovate nella diapositiva la dicitura imparare l’inglese giocando? Perchè la maggior parte dei giochi o simulazioni che useremo sono in lingua inglese e vedrete che apprenderete automaticamente certi vocaboli senza studiarli, solo attraverso il loro utilizzo. Non vi preoccupate, non è di certo così difficile. Saremo noi ad accompagnarvi in questo viaggio ludico di apprendimento.