Corso “Boardgame e Didattica” per docenti, dal 26 novembre

Dal 26 novembre partirà la seconda edizione del corso “Boardgame e Didattica” dedicato ai docenti di scuola superiore interessati ad approfondire l’argomento della Didattica ludica a scuola, cui il nostro presidente Mauro Faina e la nostra associazione hanno dato una spinta fondamentale.
Ci si può iscrivere attraverso la piattaforma Sofia.istruzione.it cercando il corso numero 66243.  Per maggiori informazioni potete chiedere direttamente a Mario Mengoli del Consiglio Direttivo di Casus Belli.
Se conoscete docenti interessati alla cosa, è il momento di suggerirglielo
.

Boardgame e Didattica II edizione (Iniziativa formativa ID.66243)
Il corso “Boardgame e Didattica” prende origine dall’omonimo Accordo di Rete nato nel 2020 per condividere le esperienze nel campo della didattica ludica utilizzando soprattutto giochi da tavolo o di ruolo commerciali per approfondire o introdurre materie umanistiche e scientifiche.
Destinato principalmente agli insegnanti di scuola secondaria, il corso si svolgerà su cinque incontri da due ore che si terranno ogni venerdì a partire dal 26 novembre dalle 16:00 alle 18:00 attraverso la piattaforma Microsoft Teams.
Non sono richieste conoscenze pregresse né nel campo della didattica ludica né nel campo del gioco commerciale ma soltanto il desiderio di conoscere e/o approfondire una modalità formativa esistente da sempre in natura ma che solo di recente sta ricevendo l’attenzione che merita all’interno delle istituzioni scolastiche superiori.

Pubblicato in Novità | Contrassegnato | Lascia un commento

Conclusi i Fighting Wings Open Days del Ghost Group

Open Days – Fighting Wings6a edizione | Udine, 13-14 Novembre 2021.

di Flavio De Luca

Si è conclusa con successo la sesta edizione degli Open Days di Fighting Wings dedicata al gioco di simulazione aerea della CoA di JD Webster e accompagnata da una cornice di wargames vari.
Il programma di gioco si è aperto il venerdì sera con una partita (anzi due, vista la tragica e prematura conclusione della prima…) a
By Stealth and Sea terminata con l’affondamento della Queen Elizabeth e la fuga dell’eroico equipaggio vittorioso anche se al prezzo della perdita degli altri due equipaggi dei SLC.
Il Sabato e la domenica, con programma sull’intera giornata, si sono disputate le consuete partite a
Fighting Wings che hanno visto la partecipazione di 15 diversi giocatori sui due giorni.
Il sabato su di un unico tavolo, con tutti i giocatori insieme, si è giocato uno scenario ambientato sul fronte orientale con Focke-Wulf, Messerschmitte e Yak, mentre la domenica i giocatori si sono alternati su due tavoli con scenari più piccoli dedicati, uno agli idrovolanti giapponesi, e l’altro al caccia a razzo Me-163 Komet.
 

Come di consueto, il programma di accompagnamento, ha visto la partecipazione di molti altri tavoli con la partecipazione di diverse decine di giocatori che si sono cimentati su diversi titoli a cominciare dai tavoli dedicati al primo turno del Torneo cittadino di Art de la Guerre, per proseguire sui tavoli di Bolt Action, un bellissimo tavolo navale napoleonico di Black Seas, diversi tavoli del gioco di miniature del Signore degli Anelli e molti altri.

Ringrazio tutti i partecipanti per la passione e l’entusiasmo che dimostrano ogni anno e che permettono la realizzazione di questa piccola ma irriducibile manifestazione. Un ringraziamento speciale è infine doveroso nei confronti di quei pochi ma eroici amici che ci raggiungono da fuori regione ai quali va tutta la mia stima e riconoscenza!

Pubblicato in Recensioni | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Bismarck Solitaire

Bismarck Solitaire.

di Riccardo Masini

 

Beh, giochino interessante. Tecnicamente si chiamano roll & write, e già li avevo incontrati con la serie XX72 (tipo Lost Expedition…): in pratica, segni dove stai andando su di una griglia, tiri dei dadi per vedere che succede nella zona in cui ti trovi, reagisci di conseguenza bilanciando rischio calcolato e gestione delle risorse, ti sposti di nuovo cercando di arrivare ad una casella finale.
In questa prima missione di prova, la Bismarck e il Prinz Eugen sono stati subito messi a dura prova. Individuati da una squadriglia di Swordfish sono stati danneggiati ai serbatoi, limitando la mobilità. L’U-Boat ha mancato di un soffio la Ark Royal stessa, ma nel frattempo Bismarck e Prinz Eugen hanno individuato la HMS Repulse e un convoglio. Nello scontro che ne è seguito il convoglio è stato distrutto dal Prinz Eugen e la Repulse ha danneggiato più volte la Bismarck mentre questa cercava di chiudere il contatto. Tuttavia, la nave britannica non è riuscita a disingaggiare in tempo prima di essere affondata dal fuoco incrociato tedesco.
Un po’ malandate, con vari danni sulla Bismarck, le due navi tedesche sono rientrate a Brest con gli equipaggi soddisfatti.

 

Gioco rapido e divertente, anche se lo spazio delle scelte è molto determinato dal dado e non è amplissimo (si gestisce il rischio e si studiano le zone più promettenti, sperando di essere favoriti dalla fortuna). Tuttavia, se ci pensate, è anche quello che succede in The Hunters, qui molto più diretto e veloce.
La rigiocabilità c’è, perché gli eventi cambiano sempre, per la durata siamo sui 20-30 minuti a missione (meno se andate a fondo).
Le regole potrebbero essere scritte un po’ meglio, soprattutto per quel che riguarda l’U-Boat (che teoricamente non potrebbe essere danneggiato, ma l’esempio di gioco dice tutt’altro). Un po’ uno stress avere il libro sotto plexiglass (col cavolo che ci scrivo sopra!) e magari dover tirare su il tutto per ripassare una regoletta: ma un PDF solo delle pagine con le regole pare brutto?

 

Promosso? Mah, questa era solo la prima missione di prova… vediamo cosa succede in una vera. Ce ne sono 8, con 3 diversi livelli di difficoltà ciascuna: buttiamoci su il nostro plexiglass e riprendiamo il mare, armati di pennarelli riscrivibili… quei convogli non si affonderanno mica da soli!

 


Pubblicato in Recensioni | Contrassegnato , | Lascia un commento

Bravery in the Sand di “Taisa” Ginichiro Suzuki (Operations Magazine MMP)

Bravery in the Sand 

di Ponch Arello Cicca

dal 20 novembre al 3 dicembre 1941 (parte dell’Operazione Crusader)

Gioco veloce con alcune scelte di design molto intelligenti a partire dalle condizioni di vittoria che implicano fin da subito delle scelte strategiche non indifferenti. Per la vittoria automatica gli inglesi devono prendere/occupare/liberare la strada per Tripoli senza perdere Tobruk, mentre l’Asse o prende Tobruk oppure occupa/controlla la strada per Alessandria con linea di rifornimento continua. Questi obiettivi si trovano agli estremi opposti della mappa di gioco.
Se si vuole vincere in questa maniera “decisiva” bisogna per forza di cose liberare il centro della mappa…. lì però ci sono tutti i punti vittoria per vincere se si arriva al settimo turno di gioco.
Altra scelta molto interessante è il popolamento della tazza di pesca dei chit di attivazione. Ogni turno se ne possono attivare 9 complessivamente e i giocatori scelgono di nascosto quali e quanti metterne (9 per l’inglese e 7 per l’Asse). Quindi a volte un giocatore, soprattutto quello inglese se si trova in vantaggio, è spinto a mettere chit per diminuire le probabilità di pesca per l’Asse dei potenti chit DAK (attivano un qualsiasi HQ).
Vittoria tattica per l’inglese all’ultimo turno
Pubblicato in Recensioni | Contrassegnato , | Lascia un commento

Stellar Horizons

STELLAR HORIZONS, ANNO 2155 di Nando Ferrari
Dopo circa 2 mesi e mezzo di partita, giocata al ritmo di due sedute settimanali (da circa 3 ore e mezza ciascuna), l’anno 2155 ha segnato la fine del tutto. Si cominciano a tirare i dadi percentuali a partire dal 2146, con una probabilità su 100 che la partita abbia termine. Ogni anno la probabilità cresce di un 1 %. Nel 2169 il gioco termina in ogni caso. Nel nostro caso è finita abbastanza “presto”, quando le probabilità stavano ancora ad un misero 10%.
Presto? Abbiamo giocato 125 turni, inframezzati da 12 impegnative fasi economiche!! Circa 85 ore di gioco e si calcoli che io ed il
mio avversario (da 40 anni), il mitico Luciano, siamo assai rapidi nel giocare!Ci siamo divertiti? Ebbene sì, un mondo! Abbiamo tenuto 2 nazioni casuali a testa, decidendo che avrebbe vinto chi avesse ottenuto la somma migliore. Ha vinto lui, che ha puntato molto sulla terraformazione di Marte, che ha consentito alla Cina di ottenere ben 36 punti di bonus e di finire al primo posto, con 174 punti. Secondi gli USA con 162 (miei), terza l’Europa (di Luciano) con 148 e ultima la Russia (mia) con soli 121 punti, funestata da una sfiga davvero mostruosa (2 astronavi esplose in volo negli ultimi turni con una probabilità dell’1%! 😳).
Nel 2130 con gli USA ho tentato di arginare l’Europa, ponendo un embargo militare. Ho anche vinto la prima battaglia spaziale, ma nell’ultimo anno la mia flotta, di forza superiore, ha subito un’umiliante sconfitta. La guerra è una scelta difficile, molto costosa e sempre azzardata. I maledetti cinesi hanno trombato come conigli su Marte e alla fine avevano oltre 44 settlers, corrispondenti a 10 milioni di coloni!
Il gioco si è confermato molto valido ed immersivo, anche se davvero lungo. Siamo giunti alla conclusione che sia meglio se giocato in 4, massimo 5. In 6 o 7 si rischia di esaurire ogni possibilità di ricerca nei pianeti/satelliti troppo presto. Abbiamo già deciso che lo rigiocheremo, ogni 2-3 anni.
Nelle foto la situazione a fine partita, con il punteggio finale sotto la scheda di ogni nazione e la situazione dell’albero tecnologico.
Ora si passa a qualcosa di più veloce. Giovedì Caesar, della GMT
Pubblicato in Recensioni | Lascia un commento

I 3 wargame vincitori del Vexillum Casus Belli

Il premio Vexillum dell’associazione intende premiare i migliori wargame di ogni anno. Una piccola iniziativa per dire la nostra sui wargame preferiti. L’iniziativa è curata da Ronald Peschiani.

 

I giochi finalisti

Pubblicato in Associazione | Contrassegnato | Lascia un commento

Iliad

 Troia, 1184 a.C.
Fra mito e realtà
Riguardo all’assedio di Troia le uniche notizie che abbiamo sono nell’Iliade di Omero. Gli storici localizzano la città vicino lo stretto dei Dardanelli e considerano reale la notizia di una grande battaglia che ebbe luogo intorno a Troia nel dodicesimo secolo avanti Cristo. Leggenda vuole che la città fu cinta d’assedio da Menelao, re di Sparta, che aveva subito l’affronto da Paride di Troia, colpevole di avergli rapito la moglie Elena.
Un’alleanza di monarchi greci al comando del re di Micene, Agamennone, si radunò in Beozia e una flotta di 1200 vascelli e un’armata di 100000 uomini salpò alla volta di Troia. Le possenti mura della città non permisero altro che un lungo assedio ai greci che si dovettero disperdere per l’area alla ricerca di risorse con cui sfamarsi. Razzie, piccoli scontri e scaramucce a cui prese parte anche Achille, si protrassero per lunghi dieci anni. Troia fu presa grazie all’inganno. Ulisse fece costruire un enorme cavallo di legno che fu abbandonato lungo la spiaggia dall’esercito greco in ritirata e che doveva rappresentare un dono di resa nei confronti dei troiani. Peccato che il cavallo, rimorchiato all’interno delle mura, aveva in pancia un manipolo di guerrieri greci che avrebbero aperto le porte della città al resto dell’esercito che aveva solo finto di ritirarsi. L’unico fatto certo è comunque la completa distruzione delle città e della fuga dei sopravvissuti.

I wargame consigliati: Iliad (IT), Armageddon (SPI), Chariots of Fire (GMT)
Ogni board wargame su Troia rappresenta una sfida. Vista l’assenza totale di testimonianze storiche, ogni designer deve compiere lo sforzo di creare qualcosa di plausibile e credibile. Uno dei precursori del wargame in Italia, Marco Donadoni, si cimentò nell’impresa nel 1980 e quanto produsse è, a mio giudizio, un prodotto di alto valore artistico per quanto riguarda il nostro hobby che era avanti anni luce rispetto alla produzione americana standard dell’epoca. Le immagini sul coperchio del gioco sono un’opera d’arte, molto evocative. Anche i counter (termine inglese che utilizzo per indicare le pedine di cartoncino che rappresentano le unità) hanno questo tocco artistico e vi troviamo rappresentati tutti gli eroi che presero parte a quel mitico scontro.
Il sistema di gioco prevede che il giocatore greco per vincere occupi Troia con 5 eroi, mentre i troiani dovrebbero entrare nel campo nemico con 5 eroi. Il wargame prevede una serie di duelli durante i 4 giorni di battaglia. I duelli sono però influenzati dagli dei attraverso eventi casuali
E’ un libro aperto questo wargame: troviamo tutti i protagonisti quali Ettore, Paride, Agamennone, Achille, Odisseo, Patroclo. Ci sono tutti e anche delle regole tutto sommato fatte sul momento possono farci godere questo piccolo capolavoro di Marco Alberto Donadoni
Pubblicato in Recensioni | Contrassegnato , | Lascia un commento

Verbale di Chiusura Casus Belli 2020

Il verbale di chiusura dell’anno 2020 dell’associazione Casus Belli

Pubblicato in Associazione | Lascia un commento

Resoconto Assemblea 2020

 

Verbale assemblea annuale Associazione Casus Belli (ASD)

 2 febbraio 2020 c/o Ristorante Sisters, via Olmo,1 Latina (LT)

 

Presenti: Mauro Faina (presidente)

Con delega da Riccardo Masini

Con delega da Mauro Fiori

Con delega da Alessio Beatrice

Riccardo Rigillo

Riccardo Savoia

Andrea Morviducci

Loris Luchetti

Con delega da Aldo Ghetti

Con delega da Stefano Valentini

Andrea Magno

Paolo Ciarlo

 

Collegati telematicamente Giorgio Zoia

Ronald Peschiani

Stefano Valentini

Massimo Goteri

Marco Mengoli

 

Il presidente Mauro Faina, preso atto che la prima convocazione prevista sabato 1 febbraio 2020 è andata deserta, in seconda convocazione, alle ore 10:00, apre l’assemblea. Viene nominato Segretario Andrea Morviducci.

 

Il Presidente Mauro Faina a norma dello statuto, articolo 15 quater, dichiara l’assemblea legalmente costituita e procede a leggere i punti all’ordine del giorno:

 

  1. Lettura verbale precedente e approvazione
  2. Approvazione Bilancio Consuntivo 2019 e Preventivo 2020

3) Analisi delle attività 2019  e organizzazione appuntamenti 2020

4) Approvazione adesioni nuovi soci 

5) Proposta Modifiche statuto regolarizzazione gruppi facebook e whatsapp

6) Definizione ammontare quota associativa

7) Varie ed eventuali

 

Si passa alla trattazione dei suddetti punti

 

  1. Lettura verbale precedente (6/10/19) e approvazione 

 

Il presidente Mauro Faina da lettura del verbale che viene approvato all’unanimità (vedi allegato 1)

 

  1. Approvazione Bilancio Consuntivo 2019 e Preventivo 2020

 

Il presidente Mauro Faina illustra il bilancio 2019 e ne da lettura all’assemblea (vedi allegato 2).  Sommariamente il totale delle entrate è stato di 4.220,00 mentre le uscite sono state di 3.496,00 euro con un avanzo pari ad euro 702,00. Le principali fonti di finanziamento provengono dalle sponsorizzazioni: 1500,00, dalle quote associative 1320,00 e dal contributo di Modena Play (1200). Le principali voci di spesa sono quelle legate alla partecipazione alla Modena Play (1850,00) e Gioco & Storia (871,00). L’assemblea ringrazia il responsabile dell’organizzazione di Gioco & Storia (il socio Paolo Ciarlo) per aver portato a termine con successo tale iniziativa con un budget di spesa così limitato. Altro importante risultato riguarda il numero degli iscritti e rinnovi (88) che sono quasi raddoppiati rispetto all’anno 2018 (46), su un numero ipotetico di 136, che include anche iscrizioni precedenti. Le entrate sono aumentate di oltre 1000 euro e l’avanzo di cassa permette di iniziare il nuovo anno con un attivo di oltre 700 euro per le iniziative 2020.

 

Per il bilancio preventivo 2020 si prevede un aumento delle entrate provenienti da sponsorizzazioni (2500 euro) che sommato alla previsione di entrata delle iscrizioni più l’avanzo 2019 porta ad una previsione di entrate pari ad euro di 5.522,00. Per quanto attiene alle spese previste l’ammontare è pari ad euro 4.594,00.

 

ENTRATE PREVISTE SPESE PREVISTE
sponsor 2500 Iscrizioni ACSI 264
iscrizioni 1320 Volantone 300
residuo 702 Play Modena 2030
Play Modena 1000 Piana 1500
Varie 200 varie 500
Totale 5722 4594

Tabella sintetica riepilogativa

 

L’assemblea approva all’unanimità il bilancio consuntivo 2019 e quello preventivo 2020.

 

  1. Analisi delle attività 2019  e organizzazione appuntamenti 2020

 

Il presidente Mauro Faina illustra le principali attività realizzate durante l’anno 2019 e segnatamente l’organizzazione della PLAY Modena e Gioco & Storia.

Tali iniziative hanno riscosso importanti risultati in termini di partecipazione e visibilità per l’associazione. Va inoltre sottolineata il grande numero di iscritti alla pagina FB che ha superato i 1500. Il presidente fa notare che benché sia utile e giusto garantire la partecipazione dei membri dell’associazione alle varie iniziative (convention/raduni) che si tengono durante il corso dell’anno in Italia, non sempre questo è materialmente possibile e talvolta questo potrebbe essere interpretato come mancanza di attenzione. Per attenuare ciò, viene auspicata una partecipazione distribuita  da parte di gruppi di iscritti per sostenere il più possibile iniziative non CB. 

 

3.1 Per quanto riguarda gli appuntamenti del 2020:

 

Si conferma la partecipazione a PLAY Modena. A questo proposito Il socio Loris Luchetti (attuale coordinatore) comunica all’assemblea che con il coordinamento dell’edizione 2021 raggiungerà il numero di dieci edizioni coordinate e se possibile auspicherebbe un avvicendamento a questo ruolo. 

Per la prossima edizione 2020 si conferma la collocazione del BG Storico in un padiglione non di diretto passaggio (per espressa decisione della direzione dell’organizzazione di PLAY Modena), tale collocazione risulta essere peggiore in termini di visibilità rispetto alle ultime edizioni. 

 

Il socio Andrea Magno informa l’assemblea che sono stati previsti (ed organizzati) ad oggi:

Per il venerdì  35 tavoli dimostrativi e/o gioco libero

Per il sabato  55 tavoli dimostrativi e/o gioco libero

Per la domenica 49 tavoli dimostrativi e/o gioco libero

Il socio Loris Luchetti, fa notare che l’organizzazione di 35 tavoli per il venerdì è un successo importante rispetto alle precedenti edizioni. Si concorda inoltre che le dimostrazioni verranno programmate nel numero (da confermare) di due al mattino e due nel pomeriggio. 

Si conferma che verrà distribuito il “volantone”  (a cura del socio Andrea Morviducci), il cui costo di stampa sarà sostenuto dall’associazione. Anche il questionario sarà riproposto ai dimostratori in modo da avere un feedback sul lavoro di promozione effettuata.

L’assemblea ringrazia Il socio Loris Luchetti ed Il socio Andrea Magno per l’ottimo lavoro prodotto.

 

Si conferma l’organizzazione di Gioco & Storia 2020 (prevista per i giorni 10 e 11 ottobre). Il socio Paolo Ciarlo (coordinatore dell’iniziativa) informa che anche il socio Aldo Ghetti verrà coinvolto nell’organizzazione dell’evento.

Si auspica una maggiore presenza del gioco 3D mentre resta problematica la partecipazione per la domenica pomeriggio per la quale sarebbe auspicabile una iniziativa per trattenere i visitatori.

Il socio Paolo Ciarlo sottolinea alcune criticità: 

1) La necessità di far coniugare il servizio navetta tra stazione e location con un suo minore impegno a farne l’autista, si prende in considerazione l’ipotesi di affidare tale compito ad un collaboratore a pagamento;  fattibilità da verificare.

2) La gestione dell’area bimbi, evitare che i bambini vengano lasciati per un lungo periodo nell’area, a questo proposito si stabilisce che i ragazzi affidati saranno “registrati” e ne sarà annotato un numero di cellulare dei genitori.

3) Il buffet è risultato insufficiente. Tale buffet è offerto da uno sponsor, Si propone che i non soci di CB contribuiranno con una cifra di 5 euro a pasto per permettere di integrare il buffet.

4) Sul tema di un eventuale evento torneo, al fine di evitare eventi non partecipati,il socio  Paolo Ciarlo propone che si proceda con organizzarne uno solo o ci si astenga totalmente. Tema ancora da definire. 

 

Sul tema di Gioco & Storia il socio Andrea Morviducci propone di caratterizzare fortemente l’iniziativa scegliendo un tema (ad esempio designer di giochi italiani o altro). Tale tema dovrà essere posto all’attenzione dei social cui l’associazione si serve per la promozione (FB, Giannizzero ecc) per essere dibattuto, “stressato” e costruito in modo partecipativo da parte dei soci e amici di CB. Il risultato sarebbe un co-design dell’iniziativa e perciò si tradurrebbe (a modo di vedere del proponente) con una maggiore presenza in loco poiché maggiormente sentita dagli appassionati. Tale versione di Gioco & Storia sarebbe coordinata dal socio Paolo Ciarlo supportato da un team di “redazione” con specifici compiti tematici da definire.

 

Sulla proposta di apre ampia discussione tra i presenti che sintetizzando si ritrovano in due distinte visioni; una visione dove l’organizzazione degli eventi debba avere un unico responsabile che si avvale dell’aiuto di collaboratori, ma che rimanga il decisore ultimo di scelte, regole e opzioni nell’ottica di una rapida definizione delle stesse (modello attuale di Play Modena e Gioco & Storia) ed una visione di tipo più condiviso dove il responsabile è invece un coordinatore di un gruppo di lavoro o “redazione”, dove i collaboratori condividono con lui le responsabilità, ognuno nella propria area assegnata, e tutti partecipano alle decisioni insieme al responsabile. 

 

L’assemblea da ampio mandato al socio Paolo Ciarlo di valutare quali elementi emersi dalla discussione fare propri per l’organizzazione di Gioco & Storia 2020.

 

Il socio Andrea Morviducci propone di contattare gli organizzatori dell’iniziativa ” Rome Wargame Gathering“, la cui prima edizione si è svolta nel 2019, per proporre una compartecipazione di Casus Belli nella organizzazione della prossima edizione. Su tale tema si apre ampia discussione il cui tema è relativo alle modalità per proporre l’attività del boardwargaming. Casus Belli potrebbe sostenere in tale ambito. La decisione viene rimandata ad altra seduta (data da programmare) per mancanza di tempo.

 

  1. Approvazione adesioni nuovi soci 

 

Su proposta del presidente Mauro Faina, l’assemblea approva all’unanimità l’adesione dei nuovi soci (lista allegata al presente verbale, allegato 3)

 

  1. Proposta Modifiche statuto regolarizzazione gruppi facebook e whatsapp

 

Su proposta del presidente Mauro Faina l’assemblea decide di trattare questo punto ad altra seduta (data da programmare)

 

  1. Definizione ammontare quota associativa anno 2020

 

Su proposta del presidente Mauro Faina l’assemblea approva l’ammontare a 15,00 euro della quota associativa 2020. A questo proposito l’assemblea delibera anche l’iscrizione tramite l’ACSI che prevede contestualmente l’associazione per i soci di CB al CONI ed inoltre per essi di aver diritto a servizi assicurativi addizionali (come da allegato n.4 al presente verbale) al costo di euro 3,00 per ogni iscritto. La somma dei suddetti 3,00 euro verrà versata alla ACSI senza ulteriore costo per l’iscritto poiché detratta dai 15,00 euro dell’iscrizione.

 

  1. Varie ed eventuali

 

Il presidente Mauro Faina chiede ai partecipanti di intervenire per eventuali proposte o interventi:

 

Il socio Andrea Morviducci interviene e illustra la proposta di ristrutturazione di sito internet dell’associazione (vedi allegato 5). Tale proposta viene argomentata osservando che la pagina facebook è lo strumento principale di socializzazione e comunicazione dell’associazione la cui forza è certamente l’immediatezza e l’interattività, manca però lo strumento “statico” dove le informazioni possono essere sempre reperibili sia per eventi attivi sia per quelli passati o materiali realizzati nel tempo (siano documenti, traduzioni, video, audio ecc). Il sito sarà realizzato dal proponente e verrà amministrato da una “redazione” di volontari soci dell’associazione CB. L’assemblea approva all’unanimità la proposta.

 

Il socio Ronald Peschiani interviene e propone che le quote dell’iscrizione del gruppo CB Trieste possano essere lasciare nella disponibilità di tale gruppo per supportare in parte i costi legati alla sede che tale gruppo è impegnato a attivare. Su tale tema l’assemblea si riserva di decidere in altra seduta (data da programmare) per meglio valutare gli effetti di tale eventuale destinazione di quote associative.

 

L’assemblea ringrazia il presidente Mauro Faina per l’insostituibile ed ottimo lavoro svolto. 

 

Alle ore 13:30 il presidente Mauro Faina, non essendoci altri punti all’ordine del giorno ed altri interventi, dichiara chiusa l’assemblea.

 

Il Presidente Il socio Segretario

Mauro Faina Andrea Morviducci

 

 

Pubblicato in Associazione | Lascia un commento

Il raduno di Casus Belli 2020

Piana 2020
Raduno Casusbelli
Pochi (circa 30 giocatori nel momento di massimo afflusso e durante l’asta) ma di grande qualità. Nonostante l’emergenza Covid-19 che ha tenuto lontano molti, il Raduno lo archiviamo con soddisfazione. Abbiamo giocato, ci siamo divertiti moltissimo con la Grande Asta dei giochi (oltre 100 titoli battuti) e abbiamo chiacchierato amabilmente di wargame e dintorni. Menzione speciale per l’ospite d’onore Nando Ferrari , per Paolo Ciarlo ottimo coordinatore e per gli amici venuti da lontanissimo (Trieste, quasi 800 km, Piacenza e Sestri Levante 500 km, Bologna 400km). Il Casusbelli è più vivo che mai. Ed il meglio deve ancora venire!  di Loris Luchetti

Pubblicato in Associazione | Lascia un commento